Vivo in simbiosi con la musica e ho sempre pensato che l’impianto di riproduzione musicale fosse una sorta di macchina del tempo, capace di farmi riprovare le sensazioni e gli stati d’animo dell’evento reale.
Andrea Ricci
Spirit Headphones
Spirit è il brand italiano di cuffie hi-end che offre a chi ama la musica e ai cultori dell’eccellenza un’esperienza di ascolto straordinariamente naturale e raffinata, con una dinamica da concerto live.

Nate dalla pluriennale esperienza di Andrea Ricci, ingegnere stimato nell’ambiente, le cuffie Spirit innovano radicalmente i modelli più avanzati già presenti sul mercato, sia dal punto di vista tecnologico (fra tutte la tecnologia “Twin-Pulse Isobaric System®”, sviluppata in-house) che della resa acustica.
Design
Grazie al know-how di progettazione, alla scelta dei materiali, all’expertise nella realizzazione e alla cura maniacale dei dettagli, Spirit ha raggiunto l’equilibrio perfetto tra velocità di esecuzione, modalità di rifrazione delle onde sonore, trasmissione efficace del segnale elettrico, fino a riprodurre l’esperienza di ascolto live, over ears.

Una firma sonora inconfondibile per gli intenditori e un nuovo punto di riferimento tra le eccellenze tecnologiche del Made in Italy.
RAGNARR EDITION
La Twin Pulse è la massima espressione della filosofia progettuale Spirit Torino.

Ogni particolare costruttivo è stato studiato per raggiungere un equilibrio timbrico ed una velocità esecutiva senza paragoni, senza dimenticare un fattore essenziale: il divertimento.

Tutte le nostre cuffie infatti, hanno in comune quello che definiamo lo “Spirit Sound” ovvero un innato senso per il ritmo, determinato da un’impatto dinamico da evento Live.

Il gruppo motore Twin Pulse Isobaric System®, da cui prende il nome la cuffia è il primo sistema isobarico aperto applicato ad una cuffia. Il sistema è composto da due drive ad alte prestazioni collegati in serie che si muovono in sincrono su tutta la gamma audio. Questa innovativa configurazione permette ai drive di convogliare i flussi aerodinamici dei condotti di ventilazione in maniera più veloce permettendo tempi di accelerazione impressionanti. Il collegamento in serire dei due drive premette inoltre di ottenere altri vantaggi strategici:

  • Dimezzare l’escursione del gruppo mobile mantenendolo in un range ottimale per limitare le distorsioni e la compressione dinamica.
  • Raddoppiare la tenuta in potenza.
  • Raddoppiare il carico a 64ohm per facilitare il pilotaggio delle amplificazioni.


Dati tecnici:

  • Peso: 460gr
  • Impedenza: 64 Ohms
  • Sistema: cuffia circuaurale aperta con tecnologia  Twin Pulse Isobaric System®
  • Tenuta in potenza: 4000 mw
  • Risposta in frequenza: 15-22.000hz
  • Collegamento: xlr 4 pin, jack 3,5mm, jack 6,3mm, jack Trrs 2,5mm
  • Head band: in pelle pregiata con registro dello scorrimento.
  • Pad: foam ZF circuaurale anatomico (lavabile a 30°C)
Prezzo
$ 3.400,00
Scopri di più
Twin Pulse
La Twin Pulse è la massima espressione della filosofia progettuale Spirit Torino.

Ogni particolare costruttivo è stato studiato per raggiungere un equilibrio timbrico ed una velocità esecutiva senza paragoni, senza dimenticare un fattore essenziale: il divertimento.

Tutte le nostre cuffie infatti, hanno in comune quello che definiamo lo “Spirit Sound” ovvero un innato senso per il ritmo, determinato da un’impatto dinamico da evento Live.

Il gruppo motore Twin Pulse Isobaric System®, da cui prende il nome la cuffia è il primo sistema isobarico aperto applicato ad una cuffia. Il sistema è composto da due drive ad alte prestazioni collegati in serie che si muovono in sincrono su tutta la gamma audio. Questa innovativa configurazione permette ai drive di convogliare i flussi aerodinamici dei condotti di ventilazione in maniera più veloce permettendo tempi di accelerazione impressionanti. Il collegamento in serire dei due drive premette inoltre di ottenere altri vantaggi strategici:

  • Dimezzare l’escursione del gruppo mobile mantenendolo in un range ottimale per limitare le distorsioni e la compressione dinamica.
  • Raddoppiare la tenuta in potenza.
  • Raddoppiare il carico a 64ohm per facilitare il pilotaggio delle amplificazioni.


Dati tecnici:

  • Peso: 460gr
  • Impedenza: 64 Ohms
  • Sistema: cuffia circuaurale aperta con tecnologia  Twin Pulse Isobaric System®
  • Tenuta in potenza: 4000 mw
  • Risposta in frequenza: 15-22.000hz
  • Collegamento: xlr 4 pin, jack 3,5mm, jack 6,3mm, jack Trrs 2,5mm
  • Head band: in pelle pregiata con registro dello scorrimento.
  • Pad: foam ZF circuaurale anatomico (lavabile a 30°C)
Prezzo
$ 3.200,00
Scopri di più
Twin Pulse Spirit Sound Design
SUPERLEGGERA
La SUPERLEGGERA raccoglie l’esperienza progettuale della Spirit Torino per portare tutte le qualità dello Spirit Sound in una cuffia votata alla mobilità. 

Siamo molto orgogliosi della Sl perché ha carattere da vendere!  La SUPERLEGGERA è capace di trasformare i contrattempi quotidiani in un’opportunità di poter ascoltare la propria musica preferita portando via lo stress quotidiano con il suo sound passionale, materico e coinvolgente.

Ogni particolare costruttivo della SL è stato studiato per raggiungere un equilibrio timbrico ed una velocità esecutiva senza paragoni, senza dimenticare un fattore essenziale: il divertimento. Tutte le nostre cuffie infatti, hanno in comune quello che definiamo lo “Spirit Sound” ovvero un innato senso per il ritmo, determinato da un’impatto dinamico da evento Live.

  • Peso: 360gr
  • Impedenza: 32 Ohms
  • Sistema: cuffia semi circuaurale aperta 
  • Tenuta in potenza: 2000 mw
  • Risposta in frequenza: 25-20.000hz
  • Collegamento: xlr 4 pin, jack 3,5mm, jack 6,3mm, jack Trrs 2,5mm
  • Head band: in pelle pregiata con registro dello scorrimento.
  • Pad: foam ZF circuaurale anatomico (lavabile a 30°C)
Prezzo
$ 1.999,00
Scopri di più
GRAND
La GRAND è il frutto di 4 anni di sviluppo portato avanti dalla Spirit Torino con gli appassionati di musica ed hi-fi.

Ogni particolare costruttivo è stato studiato per raggiungere un equilibrio timbrico ed una velocità esecutiva senza paragoni, senza dimenticare un fattore essenziale: il divertimento.

Tutte le nostre cuffie infatti, hanno in comune quello che definiamo lo “Spirit Sound” ovvero un innato senso per il ritmo, determinato da un’impatto dinamico da evento Live.

La GRAND si distingue per un suono corposo, dinamico ed arioso rendendola massimo con il Rock, il Jazz e la classica.

Dati tecnici:

  • Peso: 420gr
  • Impedenza: 32 Ohms
  • Sistema: cuffia semi circuaurale aperta 
  • Tenuta in potenza: 2000 mw
  • Risposta in frequenza: 25-20.000hz
  • Collegamento: xlr 4 pin, jack 3,5mm, jack 6,3mm, jack Trrs 2,5mm
  • Head band: in pelle pregiata con registro dello scorrimento.
  • Pad: foam ZF circuaurale anatomico (lavabile a 30°C)
Prezzo
$ 1.999,00
Scopri di più
Spirit Sound: perseverare incessantemente nella ricerca della perfezione
Lo “SPIRIT SOUND” può essere riassunto in questi punti:


  • Sistema a telaio inerziale
  • Trasmissione efficace della corrente
  • Trattamento delle risonanze dei materiali
  • Trattamento delle riflessioni del suono all'interno delle camere e nel pad
  • Drive Nhoord Audio su specifiche SPIRIT
  • Twin Pulse Isobaric System®
  • Collegamento bilanciato (a masse separate)
  • Mappatura e compensazione digitale
  • Fine tuning finale individuale
Ne voglio una
Andrea Ricci
La mia passione per la musica e l’alta fedeltà iniziò intorno ai quindici anni leggendo le riviste di settore e frequentando i negozi specializzati sino a quando un lungimirante titolare si rese conto che i suoi commessi ne sapevano molto meno di me sull’argomento e decise di incorporarmi nello staff. Da li iniziò a correre tutto molto veloce….. iniziai una produzione artigianale di mobili porta elettroniche in mogano e cristallo nero e riparazione e modifica di casse acustiche.

andrea-ricci


Tra i vari clienti conobbi la famiglia Griva che seguiva l’associazione culturale Amici del Teatro Regio, di cui diventai il tecnico del suono. Fu la prima volta che potei vivere da vicino l’esperienza live e mi resi conto che in tutta la catena di riproduzione del suono esistono due anelli deboli: la tecnica di ripresa microfonica e il diffusore acustico o trasduttore, in termine tecnico. Ascoltare Le sacre du printemps di Stravinsky nell’auditorium del Lingotto fu un’esperienza tanto emozionante dal punto di vista sensoriale quanto illuminante da quello tecnico. Il contrasto tra la delicatezza degli archi e la brutalità dinamica dei pieni orchestrali resterà impressa nella mia memoria per sempre.

Con l’ingresso al politecnico di Torino arrivano nuove opportunità diventando il tecnico audio dell’associazione Polincontri classica che organizzava una stagione concertistica nell’aula magna e una serie di lezioni-concerto collegate alla stagione dell’orchestra nazionale della Rai. In quegli anni redigo il bando d’asta per la ristrutturazione dell’aula magna che diventerà un’importante sede concertistica e apro una mia etichetta discografica collegata alla stagione della Polincontri classica.
Con l’apertura dell’etichetta discografica parte anche la mia esperienza con le mie prime cuffie, delle Stax Lambda pro che mi accompagnarono fedelmente nella ricerca maniacale della posizione perfetta dei microfoni nella configurazione bimicrofonica ad effetto di campo. Il mio approccio alla registrazione era radicale ed integralista, odiavo l’asettica/asfittica perfezione delle grandi etichette tedesche che utilizzavano 50 microfoni e banchi di regia degni di un concerto dei Metallica. Le mie registrazioni erano più delle registrazioni POV dal migliore punto di ascolto possibile e con un’attrezzatura tanto sintetica quanto performante. In quell’epoca l’ascolto in cuffia era una mia esigenza ma esistevano ben poche alternative ad una catena Stax.

Purtroppo la carriera lavorativa da ingegnere mi ha allontanato per diversi anni dalla mia passione, sino a quando il caso mi ha riavvicinato al mondo delle cuffie. Le logiche di mercato fanno a cazzotti con la passione e ben presto ho iniziato a modificare ogni cuffia che mi passava sottomano sino a quando non sono riuscito a convincere una serie di aziende di lavorazioni meccaniche a realizzare dei pezzi speciali per realizzare la MMXVI, la mia prima cuffia. E’ quindi partito un programma di beta testing sul forum del Gazebo Audiofilo per permettere a molti appassionati di prendere contatto con un prodotto nato con il solo scopo di vivere la musica e divertirsi.

L’entusiasmo dei clienti fu tale da permettere lo sviluppo del progetto sino ad arrivare alla forma ed ai modelli attuali ed al perfezionamento della tecnologia “Twin Pulse” incorporata nei modelli Spirit top di gamma e attualmente in fase di brevettazione.

Nel 2017, a seguito dell’incontro con un appassionato cambiano tutte le carte in tavola: arrivano alcuni investitori, si fanno piani strategici e finanziari, insomma nasce Spirit Soundesign s.r.l. e la linea di cuffie SPIRIT TORINO che incorporano lo “SPIRIT SOUND”.
Sistema a telaio inerziale
Il sistema cuffia è composto essenzialmente da un telaio, un drive con il suo gruppo mobile, un pad ed un cablaggio. Lo sviluppo del sistema inerziale prevede l’interazione del telaio con il gruppo mobile del drive. In pratica ogni volta che all’interno del drive, il gruppo mobile accelera per creare l’onda sonora che arriverà al nostro orecchio, verrà esercitata una spinta uguale e contraria sul telaio che rinculando diminuirà di fatto l’impatto dinamico dell’evento sonoro. Il sistema inerziale Spirit prevede di raggiungere la massa necessaria per minimizzare l’effetto rinculo e garantire la massima resa dell’impatto dinamico durante i transienti sonori.
Effective current transmission
In nostro approccio in questo ambito è radicale quanto semplice: preservare il patrimonio energetico del nostro amplificatore sino ai drive, evitando dispersioni.

Per questo motivo il nostro cablaggio non prevede connettori intermedi ma viene saldato direttamente ai drive eliminando dal percorso due saldature ed un contatto del connettore che sicuramente eroderebbero questo patrimonio. La ricerca del cablaggio da utilizzare per questo delicato compito ha richiesto anni di sviluppo e ha portato ad una configurazione definitiva composta da una treccia a 4 capi anti induttiva, realizzata con cavi coassiali in finissimo rame OFC di classe 5, realizzati su nostre specifiche dall’Italiana Tasker.

La scelta della terminazione è ricaduta sulla Tedesca Viablue per le connessioni sbilanciate e  su Neutrik per la connessione bilanciata (a masse separate).
Trattamento risonanze materiali
Partendo dal fatto che ogni materiale ha un suo comportamento specifico in ambito di risonanze e che la cuffia non è uno strumento musicale, ma uno strumento per riprodurre musica registrata, lo “SPIRIT SOUND” prevede che le colorazioni del suono introdotte dalle risonanze del telaio che si sovrappongono al suono riprodotto dai drive debbano essere totalmente eliminate. Questo pacchetto di alluminio dural/mastice/alluminio smorza le tipiche frequenze di risonanza del solo alluminio rendendo il telaio inerziale delle cuffie SPIRIT semplicemente il miglior telaio per cuffie al mondo.

Per perseguire questo risultato ci siamo basati sullo studio del comportamento dei materiali che compongono la cuffia ed è stato progettato un telaio composito che rispettando i requisiti del telaio inerziale, risulti trasparente al suono.

Il telaio pertanto è realizzato in alluminio dural a cui viene applicato uno strato di Dynamat Extreme™. Il Dynamat Extreme™ è a sua volta un materiale composito derivato dalle applicazioni hi-fi car che esprime la sua efficacia sommando le capacità si smorzamento di un mastice ad alta densità ad una lastra di rigido alluminio.

Questo pacchetto di alluminio dural/mastice/alluminio smorza le tipiche frequenze di risonanza del solo alluminio rendendo il telaio inerziale delle cuffie SPIRIT semplicemente il miglior telaio per cuffie al mondo.

Trattamento delle risonanze interne all'interno delle camere e nel pad
Questo aspetto è molto importante per la corretta riproduzione del suono in cuffia. Pensate a cosa succede se iniziate a parlare in una camera completamente vuota, potremmo avere anche delle robustissime pareti in cemento armato, ma la nostra voce sarà sempre soggetta ad un rimbombo.

Per questo motivo tutte le pareti interne delle cuffie SPIRIT, vengono rivestite da un pannello di feltro che, con la sua struttura, smorza in pochissimo tempo le riflessioni interne in maniera efficace. Un altro elemento decisivo per il risultato finale del suono in cuffia è il Pad, ovvero l’elemento di contatto con la nostra testa che di fatto costituisce una seconda camera in cui possono avvenire molte cose.

Il progetto Twin Pulse Isobaric System® e i suoi derivati a singolo drive, esigono che il pad sia di tipo aperto, in modo da permettere all’onda di pressione di sfogarsi verso l’esterno, senza influenzare con delle contro pressioni il movimento a pistone del gruppo mobile del drive. Allo stesso tempo le pareti stesse dei pad non devono creare delle riflessioni interne del suono, pertanto sono stati studiati due tipologie di pad in ZF foam ad alta densità che prevedono una struttura a cellula semi aperta ed una sagoma che garantisca confort ed una giusta distanza dal punto di emissione del suono.
Drive Nhoord audio realizzato su specifiche Spirit
Senza un motore eccezionale un ottimo telaio non basta!

La sperimentazione con i drive ci ha portati a scegliere Nhoord Audio come partner d’eccellenza per la fornitura dei motori e successivamente ha permesso di sviluppare con loro un nuovo drive che, partendo da ottime basi, ha raggiunto il risultato prefissato: raggiungere la massima velocità operativa.

Come in un’elaborazione di un motore ci si è concentrati su scarico ed aspirazione dei flussi d’aria generati dal movimento a pistone del gruppo mobile. In questo modo la Twin Pulse è passata da due a quattro fori di ventilazione posteriore che permettono massima libertà di movimento anche alle basse frequenze rendendo istantanea la risposta agli impulsi. La struttura posteriore del drive è pesantemente trattata con dei petali di Dynamat Extreme™ che vengono interposti tra i fori di ventilazione per rendere la struttura ancora più inerte, mentre la superficie della membrana del gruppo mobile viene trattata dalla Nhoord Audio con uno speciale gel che perfeziona il comportamento del drive alle alte frequenze.
Twin Pulse Isobaric System®
Tecnologia proprietaria SPIRIT che rivede alla radice il concetto di gruppo motore per cuffie, sfruttando diversamente il concetto di carico isobarico.

Nell’alta fedeltà molte aziende hanno utilizzato questo sistema di carico, essenzialmente per massimizzare i risultati in gamma bassa, sfruttando il fenomeno di risonanza dei due woofer che non essendo caricati allo stesso modo, possono avere delle frequenze in cui il loro movimento risulta in contro fase mentre in altre sfruttando il fenomeno della risonanza avranno un picco di efficienza. Nel sistema Twin Pulse, i due drive a larga banda, sono in aria libera e vedono lo stesso carico, permettendo il movimento sincrono dei due gruppi mobili durante l’intero spettro audio.

Per garantire la perfetta sincronia, accoppiamo scrupolosamente i gruppi di drive con tolleranze strettissime.

Il vantaggio progettuale nella tecnologia Twin Pulse deriva dalla collaborazione dei due drive nello scarico e nel carico dei flussi d’aria caratteristici dei drive per cuffia che in questo modo durante le accelerazioni istantanee, risentiranno meno del freno aerodinamico causato dai condotti di ventilazione posteriore e nella maggiore capacità di stoppare il loro movimento contrastando il colpo d’ariete generato dalla colonna d’aria contenuta nelle camere del telaio.

Esistono altre caratteristiche importanti nel progetto del gruppo motore Twin Pulse Isobaric System®:

  • Collegamento in serie dei due drive con conseguente aumento della tenuta in potenza della cuffia.
  • Raddoppio del carico offerto all’amplificatore con chiari vantaggi in termini di pilotaggio.
  • Dimezzamento del movimento lineare dei gruppi mobili, che rimarranno anche ad alto volume in un range ottimale di escursione in cui la sospensione del gruppo mobile ha un comportamento elastico lineare.
  • Maggiorazione del flusso magnetico determinato dalla vicinanza dei magneti dei due drive che limita le perdite di efficienza del sistema.
Collegamento bilanciato (a masse separate)
A nostro giudizio, non si può affermare di conoscere le potenzialità della propria cuffia prima di averla ascoltata con le masse separate. Purtroppo siamo vittime di uno standard di connessione delle cuffie per cui viene generalmente collegato il polo negativo del canale sinistro al polo negativo del destro, rendendo i due drive interdipendenti nel loro movimento. Liberarli da questa dipendenza come viene fatto nelle cuffie SPIRIT risulta essenziale per massimizzare la qualità della risposta impulsiva nelle basse frequenze. I vantaggi di questa connessione bilanciata sono molteplici e aumentano se l’amplificazione viene correttamente progettata e pensata per lavorare in corrente.
Mappatura e compensazione digitale
Come nel mondo dei motori, dopo aver sviluppato un ottimo telaio ed un fantastico motore, bisogna pensare all’elettronica!

Partendo dall’esperienza sul campo, abbiamo notato che l’ascolto viene facilmente influenzato dalle irregolarità nella risposta in frequenza in gamma media, dove l’orecchio umano è più sensibile.

Pertanto sfruttando una testa artificiale calibrata, è stata creata la mappa della risposta in frequenza delle nostre cuffie per poi applicare dei parametri di correzione in campo digitale.

I risultati di questa tecnologia sono notevoli e permettono di raggiungere dei livelli di naturalezza del suono inimmaginabili prima, preservando il segnale d’origine perché l’operazione viene eseguita in virgola mobile prima della conversione digitale/analogica.

È allo studio l’implementazione delle mappe sui maggiori player di musica liquida presenti sul mercato.
Fine tuning finale
La messa a punto finale di un sistema così complesso è stata la chiave dello “SPIRIT SOUND” e ha richiesto tre anni in test, sviluppo e ricerca per affinare la cuffia in ogni suo aspetto.

L’head band in pelle imbottita, gli scorrimenti perno su tamponi di pelle, la scelta delle guaine per rendere più flessibile e leggero il cablaggio sono solo alcuni degli aspetti sviluppati in questi anni con lo scopo di rendere l’esperienza “SPIRIT SOUND” ancora più coinvolgente.
Contattaci